twitter

Promozione e sensibilizzazione

L'attuazione della Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia, della normativa europea e nazionale e degli altri strumenti internazionali in materia di promozione, sensibilizzazione e tutela dei diritti dell'infanzia e dell’adolescenza è centrale nell'azione dell'Autorità garante. In questo contesto risultano importanti la promozione e la sensibilizzazione per diffondere la conoscenza e la cultura dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza per favorire l’attuazione del riconoscimento dei minorenni come soggetti titolari di diritti (legge n. 112/2011).

Per questo l’Autorità garante promuove alleanze con il mondo della cultura, dei media, delle produzioni televisive e cinematografiche, realizza prodotti in versione child friendly per interloquire in particolare con i bambini e gli adolescenti. Contemporaneamente promuove la realizzazione di studi e ricerche a livello nazionale, per comprendere sempre meglio e agire più efficacemente verso la piena attuazione dei diritti sanciti.

Di seguito una selezione delle azioni promosse dall'Autorità garante in questo ambito

Per diffondere la cultura dei diritti dei bambini e degli adolescenti

  • ha realizzato le campagne di comunicazione:

    • I have a dream”, partita ad agosto 2013 nel giorno del 50° anniversario del discorso di Martin Luther King, per promuovere i valori dell’integrazione e la lotta contro le discriminazioni. La campagna è stata presentata nell'ambito della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia insieme all'ex Ministra per l'Integrazione Cecile Kyenge e all'attivista Vladimir Luxuria;
    • I have dreams”, lanciata in occasione del 20 novembre 2013, resa possibile grazie alla collaborazione del regista Ivan Cotroneo e alla produzione Indigo Film, per valorizzare l'importanza dell'ascolto degli adolescenti, dei loro sogni e quindi dei loro diritti. Per la realizzazione di queste campagna sono stati coinvolti centinaia di studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado;
  • ha organizzato, in partenariato con la RAI, iniziative di sensibilizzazione sui diritti dei minorenni e sui fenomeni che li interessano. L’Autorità garante ha visionato le sceneggiature di alcune fiction, in particolare della serie “Don Matteo 9”, per garantire che le problematiche legate alle persone di minore età venissero presentate correttamente e il copione del film del regista Pupi Avati “Il bambino cattivo”, realizzato da Rai Fiction e trasmesso in occasione della Giornata nazionale per l'infanzia e l’adolescenza. Il film dà voce al disagio e alla sofferenza di un bambino che affronta impotente la disgregazione della propria famiglia;

  • utilizza i social network come canali di promozione per l'ascolto, l'interazione e la raccolta di stimoli;

  • ha prodotto il libro "Che avventura stratopica, Stilton! Alla scoperta dei diritti dei ragazzi", distribuito gratuitamente a migliaia di bambini e di ragazzi soprattutto attraverso le scuole. Il Garante Spadafora, in versione fumetto, accompagnato da Geronimo Stilton personaggio amato dai bambini, spiega ai cittadini di domani, i bambini e gli adolescenti di oggi, i loro diritti;

  • ha organizzato a Roma il galà “Roberto Bolle & Friends” il cui ricavato è stato interamente devoluto al Comune di Lampedusa per la realizzazione di una biblioteca per ragazzi e all'Ospedale Santobono Pausilipon di Napoli per l'acquisto di un macchinario per il reparto pediatrico;

  • ha realizzato il sito internet dell'Autorità garante per aumentare la conoscenza dei diritti dei minorenni e dell'Autorità garante, promuoverne le attività e informare sul mondo dell'infanzia e dell'adolescenza.

Per promuovere studi e ricerche

  • collabora con l’ISTAT su vari progetti. Ha sostenuto, ad esempio, l’inserimento di domande relative a bullismo e cyberbullismo nell’indagine multiscopo delle famiglie “Aspetti della vita quotidiana 2014” che, così, fornirà un quadro statisticamente valido, misurabile e confrontabile nel tempo;

  • ha partecipato alla presentazione della prima indagine nazionale sul maltrattamento sui bambini realizzata da Terre des Hommes e CISMAI, e ha assicurato il sostegno ad un rapporto più esteso che verrà realizzato nel 2014 anche con il supporto di ANCI e ISTAT.