twitter

27
Novembre
2015

Una delegazione di bambini e ragazzi presentano le loro istanze

L’evento conclusivo del progetto "Partecipare, Infinito Presente", organizzato dal Coordinamento Pidida, per approfondire i temi della partecipazione.

Si è svolto ieri mattina presso la Sala del parlamentino dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza l’evento conclusivo del progetto "Partecipare, Infinito Presente", organizzato dal Coordinamento Pidida,  finalizzato ad approfondire con i bambini e i ragazzi i temi della partecipazione e i punti di forza e di debolezza delle esperienze territoriali di coinvolgimento dei minorenni a scuola, nei luoghi di associazione, nei Consigli dei Ragazzi, in Consulte di studenti ed in famiglia.

Una delegazione di bambini e ragazzi ha presentato ai rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni presenti in sala, una sintesi delle istanze elaborate dai ragazzi molto spesso incentrate sul principio della partecipazione nell’ambito della relazione tra bambini/ragazzi e adulti di riferimento nei vari contesti di vita (scuola, famiglia, enti locali, ecc), fino ad arrivare alla relazione con l’adulto di riferimento quale Istituzione. A tutti gli effetti, un progetto finalizzato a sviluppare il senso della cittadinanza. All’incontro erano presenti anche i ragazzi di Sarai Teens Digital Radio, la radio ufficiale dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza.

Nell’ambito di questo progetto, in cui il Coordinamento PIDIDA (link a www.infanziaediritti.it) è impegnato dal 2012 e che si è sviluppato anche grazie ad una Convenzione sottoscritta con il Garante per l’infanzia Vincenzo Spadafora, è stato elaborato il DocumentoProposte dei bambini e dei ragazzi per promuovere la loro partecipazione” che è stato presentato e distribuito in occasione dell’incontro.

Il Documento ha lo scopo di contribuire all’elaborazione circa i temi della partecipazione e dell’ascolto dell’infanzia e dell’adolescenza, sintetizzando un percorso pluriennale che si è svolto a livello nazionale e nelle Regioni Piemonte, Veneto, Lombardia, Liguria e Lazio.

Il Documento ha lo scopo di contribuire all’elaborazione circa i temi della partecipazione e dell’ascolto dell’infanzia e dell’adolescenza, sintetizzando un percorso pluriennale che si è svolto a livello nazionale e nelle Regioni Piemonte, Veneto, Lombardia, Liguria e Lazio.

Durante l’incontro, attraverso la rappresentazione di brevi scenette di casi concreti, i bambini e i ragazzi presenti hanno potuto fare toccare con mano situazioni dove l’ascolto e la partecipazione non sempre vengono capite e favorite dagli adulti. La visione di queste scenette insieme anche al video di invito all’evento che era stato inviato a Ministri e alti rappresentanti istituzionali, ha permesso ai ragazzi di sollecitare i presenti a prendere in considerazione le loro istanze e richieste.

In particolare, la Sen. Blundo in rappresentanza della Commissione parlamentare Infanzia e Adolescenza, la dott.ssa Ciampa in rappresentanza dell’On. Biondelli sottosegretario del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, la dott.ssa Caponetti in rappresentanza del Dipartimento per la Giustizia minorile, hanno avuto modo, ognuno per i propri ambiti di competenza, di impegnarsi nel diffondere e condividere le proposte presentate.

Articoli correlati